Lettere d’ amore nel frigo

lettere_d_amore_nel_frigo.jpg

Scritto da : Luciano Ligabue
Edito da : Einaudi
Pagine: 179
Anno di uscita: 3 ottobre 2006
EAN: 9788806186654

Queste poesie segnano un esordio, ma anche un ritorno al Ligabue delle origini, il Ligabue dei primi album e dei racconti di Fuori e dentro il borgo (1997), il Ligabue che riscopre il gusto di raccontare persone e personaggi. C’è – con forza ma anche con pudore – il padre morente, il figlio che cresce, e poi la strana insegnante di educazione fisica, e l’antipatico Marzio, c’è «B», che «è tornato / è morto / ma si era sbagliato», c’è la bambina scappata di casa tanto tempo fa… e molto altro. Non solo storie. Una raccolta che alterna analogie e rimandi a improvvise rotture, o «intervalli» (dal verso libero alla metrica e alla rima, poi le quattordici liriche brevi, tra lirismo e aforisma). Poesie che non hanno una morale – ci mancherebbe – ma che non hanno paura ad affermare che nella vita occorre «accettare meraviglia» ed essere, sempre e comunque, come «un paio di farfalle / dure a morire». Poesie che riconoscono nei maestri della poesia americana del Novecento un punto di riferimento da cui Ligabue – come ogni allievo che si rispetti – si allontana subito. Perché la voce di Ligabue, anche nelle poesie, è inconfondibilmente e solo sua.

Tratto dal comunicato stampa